carnosina: usi, effetti collaterali, interazioni e gli avvisi

B-alanil-L-istidina, B-Alanyl istidina, beta-alanil-L-istidina, BASTA-alanil-L-istidina, Carnosina, L-carnosina, N-acetil-carnosina, N-AcĂtyl-carnosina, N-Acetil -L-carnosina, N-AcĂtyl-L-carnosina.

Carnosina è un blocco di costruzione proteina che viene prodotta naturalmente nel corpo. Si è concentrata in muscoli quando lavorano, e si trova anche nel cuore, cervello, e molte altre parti del corpo; La carnosina è usato per prevenire l’invecchiamento e per prevenire o curare le complicanze del diabete, come danni ai nervi, disturbi oculari (cataratta), e problemi renali.

Carnosina è importante per molte funzioni normali del corpo tra il corretto funzionamento e lo sviluppo dei muscoli, cuore, fegato, reni, cervello e molti altri organi. Vi è un certo interesse utilizzando carnosina per prevenire l’invecchiamento perché sembra interferire con alcune sostanze chimiche che possono svolgere un ruolo nel processo di invecchiamento.

Prove sufficienti fo; Autismo. Le prime ricerche suggeriscono che l’assunzione di L-carnosina per via orale per 8 settimane può migliorare i sintomi nei bambini con disturbi dello spettro autistico; la prestazione fisica. Le prime ricerche suggeriscono che l’assunzione di una singola dose di un estratto specifico petto di pollo (CBEX) contenente carnosina e anserina per via orale non migliora il potere ciclismo negli uomini attivi sani; Complicanze del diabete; Invecchiamento; Altre condizioni. Altre prove sono necessarie per valutare l’efficacia di carnosina per questi usi.

Non c’è abbastanza informazioni disponibili per sapere se carnosina è sicuro di prendere per le condizioni mediche; Precauzioni particolari Note: Gravidanza e -feeding al seno: non ci sono abbastanza informazioni attendibili circa la sicurezza di prendere carnosina in caso di gravidanza o in allattamento. Rimanere sul sicuro ed evitare l’uso; Bassa pressione sanguigna: carnosina potrebbe abbassare la pressione sanguigna. In teoria, prendendo carnosina, per far pressione sanguigna diventare troppo bassi nelle persone con pressione sanguigna bassa.

Al momento non abbiamo informazioni per le interazioni carnosina

La dose appropriata di carnosina dipende da diversi fattori quali l’età dell’utente, la salute, e altre condizioni. In questo momento non c’è abbastanza informazione scientifica per stabilire una gamma appropriata di dosi per carnosina. Tenete a mente che i prodotti naturali non sono sempre necessariamente sicuri e dosaggi possono essere importanti. Assicurati di seguire le indicazioni rilevanti sulle etichette dei prodotti e consultare il farmacista o medico o altro operatore sanitario prima di utilizzare.

Riferimenti

Babizhayev, attività di M. A. Antiossidante di L-carnosina, un naturale, istidina contenenti dipeptide in cristallino. Biochim.Biophys.Acta 8-22-198; 1004 (3): 363-371.

Babizhayev, M. A., Deyev, A. I., e Linberg, L. F. perossidazione lipidica come possibile causa della cataratta. Mech.Ageing Dev. 198; 44 (1): 69-89.

Babizhayev, M. A., Deyev, A. I., Yermakova, V. N., Brikman, I. V., e Bours, J. perossidazione lipidica e cataratta: N-acetylcarnosine come strumento terapeutico per gestire la cataratta legate all’età nell’uomo e negli occhi del cane. Farmaci R.D. 200; 5 (3): 125-139.

Babizhayev, M. A., Deyev, A. I., Yermakova, V. N., Semiletov, Y. A., Davydova, N. G., Doroshenko, V. S., Zhukotskii, A. V., e Goldman, I. M. Efficacia di N-acetylcarnosine nel trattamento della cataratta. Farmaci R.D. 200; 3 (2): 87-103.

Babizhayev, MA, Deyev, AI, Yermakova, VN, Semiletov, YA, Davydova, NG, Kurysheva, NI, Zhukotskii, AV, e Goldman, IM N-Acetylcarnosine, naturale istidina contenenti dipeptide, come un potente farmaco oftalmica nel trattamento di cataratta umani. Peptidi 200; 22 (6): 979-994.

Babizhayev, MA, Seguin, MC, Gueyne, J., Evstigneeva, RP, Ageyeva, EA, e Zheltukhina, GA L-carnosina (beta-alanil-L-istidina) e carcinine (beta-alanylhistamine) agiscono come antiossidanti naturali con idrossile -radical-scavenging e attività lipidi-perossidasi. Biochem.J 12-1-199; 304 (Pt 2): 509-516.

Babizhayev, M. A., Yermakova, V. N., Sakina, N. L., Evstigneeva, R. P., Rozhkova, E. A., e Zheltukhina, G. A. N alfa-acetylcarnosine è un profarmaco di L-carnosina in applicazione oftalmica come antiossidante. Clin.Chim.Acta 10-15-199; 254 (1): 1-21.

Bando, K., Ichihara, K., Toyoshima, H., Shimotuji, T., Koda, K., Hayashi, C., e Miyai, K. diminuita attività di carnosinasi nel siero dei pazienti con disturbi epatici cronici. Clin.Chem. 198; 32 (8): 1563-1565.

Bauman, M. e Kemper, osservazioni T. L. Histoanatomic del cervello in autismo infantile precoce. Neurology 198; 35 (6): 866-874.

ruolo Begum, G., Cunliffe, A., e Leveritt, M. fisiologica di carnosina nel muscolo che si contrae. Int J Sport Nutr.Exerc.Metab 200; 15 (5): 493-514.

Bhuyan, K. C. Bhuyan, meccanismo di D. K. molecolare di catarattogenesi: III. metaboliti tossici di ossigeno come iniziatori di perossidazione lipidica e cataratta. Curr.Eye Res. 198; 3 (1): 67-81.

Boldyrev, A. A. [metabolismo carnosina nei tessuti eccitabili: significato biologico]. Vestn.Ross.Akad.Med Nauk 199; (6): 3-7.

Boldyrev, A. A., Dupin, A. M., Bunin, A. Y., Babizhaev, M. A., e Severin, S. E. Le proprietà antiossidanti della carnosina, una istidina naturale contenente dipeptide. Biochem.Int. 198; 15 (6): 1105-1113.

Boldyrev, A. e Abe, H. metabolica trasformazione del neuropeptide carnosina modifica la sua attività biologica. Cellulare Mol.Neurobiol. 199; 19 (1): 163-175.

Bowen, W. J. Effetti del pH, tamponi, carnosina, istidina, e beta-alanina sulla riduzione delle fibre muscolari glicerolo-trattata. Arch.Biochem.Biophys. 196; 112 (3): 436-442.

Burcham, P. C., Kaminskas, L. M., Fontaine, F. R., Petersen, D. R., e Pyke, S. M. aldeide-sequestranti farmaci: strumenti per lo studio delle proteine ​​danni da prodotti di perossidazione lipidica. Tossicologia 12-27-200; 181-182: 229-236.

Chez, MG, Buchanan, CP, Aimonovitch, MC, Becker, M., Schaefer, K., nero, C., e Komen, J. in doppio cieco, controllato con placebo di supplementazione di L-carnosina nei bambini con spettro autistico disturbi. J.Child Neurol. 200; 17 (11): 833-837.

Cook, G. C. Perdite di valore di tasso di assorbimento del digiuno di carnosina da glicilglicina nell’uomo in vivo. Gut 197; 17 (4): 252-257.

Dukic-Stefanovic, S., Schinzel, R., Riederer, P., e Munch, G. AGES nell’invecchiamento cerebrale: Age-inibitori come farmaci neuroprotettivi e anti-demenza? Biogerontologia. 200; 2 (1): 19-34.

Flancbaum, L., Fitzpatrick, J. C., Brotman, D. N., Marcoux, A. M., Kasziba, E., e Fisher, H. La presenza e il significato di carnosina nei tessuti istamina contenenti di diverse specie di mammiferi. Agenti azioni 199; 31 (3-4): 190-196.

Guiotto, A., Calderan, A., Ruzza, P., e Borin, G. carnosina e antiossidanti carnosina legati: una revisione. Curr.Med Chem. 200; 12 (20): 2293-2315.

Guo, Y. e Yan, H. [effetto preventivo di carnosina sullo sviluppo della cataratta]. Yan.Ke.Xue.Bao. 200; 22 (2): 85-88.

Harada, R., Taguchi, Y., Urashima, K., Sato, M., Ohmori, T., e Morimatsu, F. Miglioramento di nuotare resistenza nei topi da estratto di petto di pollo. J.Jpn.Soc.Nurt.Sci. 200; 55: 73-78.

Harris, R. C., Dunnett, M., e Greenhaff, P. L. carnosina e contenuto taurina in singole fibre del muscolo vasto laterale umano. J Sport Sci 199; 16: 639-943.

Himukai, M. Le caratteristiche di trasporto carnosina e fenomeni elettrici carnosina indotto dall’intestino estroflesso di cavia. Jpn J Physiol 198; 35 (6): 945-952.

Hipkiss, A. R. e Brownson, C. carnosina reagisce con i gruppi di proteine ​​carbonilici: un altro ruolo possibile per il peptide anti-invecchiamento? Biogerontologia. 200; 1 (3): 217-223.

Hipkiss, A. R., Brownson, C., Bertani, M. F., Ruiz, E., e Ferro, A. Reazione di carnosina con le proteine ​​di età: un altro processo protettivo? Ann.N.Y.Acad.Sci. 200; 959: 285-294.

Jackson, M. C., Kucera, C. M., e Lenney, J. F. Purificazione e proprietà di carnosinasi siero umano. Clin.Chim.Acta 2-15-199; 196 (2-3): 193-205.

Jakus, V. [Il ruolo di glicazione non enzimatica e glico-ossidazione nello sviluppo di complicazioni vascolari diabetiche]. Cesk.Fysiol. 200; 52 (2): 51-65.

Kraemer, W. J., Gordon, S. E., Lynch, J. M., Pop, M. E., e Clark, K. L. Effetti della supplementazione multibuffer sull’equilibrio acido-base e 2,3-diphosphoglycerate seguente esercizio anaerobico ripetitivo. Int J Sport Nutr. 199; 5 (4): 300-314.

Lee, Y. T., Hsu, C. C., Lin, M. H., Liu, K. S., e Yin, M. C. istidina e il ritardo carnosina diabetica peggioramento nei topi e proteggere lipoproteine ​​a bassa densità umana contro l’ossidazione e la glicazione. Eur.J Pharmacol. 4-18-200; 513 (1-2): 145-150.

Maichuk, UITA, Formaziuk, V. E., e Sergienko, V. I. [Sviluppo di collirio carnosina e valutare la loro efficacia nelle malattie corneali]. Vestn.Oftalmol. 199; 113 (6): 27-31.

Matsukura, T. Tanaka, H. Applicabilità complesso zinco L-carnosina per uso medico. Biochimica 200 (Mosc.); 65 (7): 817-823.

Ozonoff, S., Strayer, D. L., McMahon, W. M., e Filloux, le capacità funzionali F. Executive in autismo e sindrome di Tourette: un approccio di elaborazione delle informazioni. J Bambino Psychol.Psychiatry 199; 35 (6): 1015-1032.

Parkhouse, W. S., McKenzie, D. C., Hochachka, P. W., e Ovalle, W. K. buffering capacità di vasto umana deproteinizzato lateralis muscolare. J Appl.Physiol 198; 58 (1): 14-17.

Perry, T. L., Hansen, S., Tischler, B., Pavese, R., e Berry, K. Carnosinemia. Un nuovo disordine metabolico associato alla malattia neurologica e difetto mentale. N.Engl.J Med 12-7-196; 277 (23): 1219-1227.

Petroff, O. A., Hyder, F., Rothman, D. L., e Mattson, R. H. Omocarnosina e il controllo delle crisi in epilessia mioclonica giovanile e crisi parziali complesse. Neurology 3-27-200; 56 (6): 709-715.

Quinn, P. J., Boldyrev, A. A., e Formazuyk, V. E. carnosina: le sue proprietà, le funzioni e le potenziali applicazioni terapeutiche. Mol.Aspects Med. 199; 13 (5): 379-444.

Reddy, V. P., Garrett, M. R., Perry, G., e Smith, M. A. carnosina: un antiossidante versatile e agente antiglycating. Sci Aging Knowledge.Environ. 5-4-200; 2005 (18): e12.

Robertson, J. M., Donner, A. P., e Trevithick, J. R. Un possibile ruolo per le vitamine C ed E nella prevenzione della cataratta. Am.J Clin.Nutr. 199; 53 (1 Suppl): 346-351S.

Severina I. S., Bussygina, O. G., e Pyatakova, N. V. carnosina come regolatore della guanilato ciclasi solubile. Biochimica 200 (Mosc.); 65 (7): 783-788.

Shimizu, peptidi e le funzioni intestinali M. Food-derivato. Biofactors 200; 21 (1-4): 43-47.

Stvolinsky, S. L. e Dobrota, l’attività D. anti-ischemica di carnosina. Biochimica 200 (Mosc.); 65 (7): 849-855.

Sunderman, F. W., la tossicità Jr. nasale, cancerogenicità, e la diffusione olfattiva dei metalli. Ann.Clin.Lab Sci 200; 31 (1): 3-24.

Suzuki, Y., Ito, O., Mukai, N., Takahashi, H., e Takamatsu, K. Alto livello di carnosina muscolo scheletrico contribuisce alla seconda metà del performance fisica durante il 30-s massima sprint cicloergometro. Jpn.J.Physiol 200; 52 (2): 199-205.

Suzuki, Y., Nakao, T., Maemura, H., Sato, M., Kamahara, K., Morimatsu, F., e Takamatsu, K. carnosina e anserina ingestione aumenta contributo del buffer nonbicarbonate. Med Sci Sports Exerc. 200; 38 (2): 334-338.

Takahashi, studi H. su Omocarnosina nel liquido cerebrospinale durante l’infanzia e l’infanzia. Seconda parte. livelli Omocarnosina nel liquido cerebrospinale dai bambini con epilessia, convulsioni febbrili o meningite. Cervello Dev. 198; 3 (3): 263-270.

Trombetti, P. D., Horning, M. S., e Blakemore, L. J. carnosina modula gli effetti zinco e rame sui recettori degli aminoacidi e la trasmissione sinaptica. NeuroReport 10-26-199; 9 (15): 3503-3507.

Trombetti, P. Q., Horning, M. S., e Blakemore, L. J. Le interazioni tra carnosina e zinco e rame: implicazioni per la neuromodulazione e neuroprotezione. Biochimica 200 (Mosc.); 65 (7): 807-816.

Volkov, O. A., Neshkova, G. A., Moshetova, L. K., e Iarovaia, G. A. [L’effetto della carnosina sui processi infiammatori durante contusione del bulbo oculare]. Biomed.Khim. 200; 52 (2): 188-191.

Volkov, O. V. [ruolo biologico della carnosina e il suo utilizzo in oftalmologia (mini-recensione)]. Biomed.Khim. 200; 51 (5): 481-484.

Wang, A. M., Ma, C., Xie, Z. H., e Shen, F. L’utilizzo di carnosina come un naturale farmaco anti-senescenza per gli esseri umani. Biochimica 200 (Mosc.); 65 (7): 869-871.

Yoshioka, Y., Oikawa, H., Ehara, S., Inoue, T., Ogawa, A., Kanbara, Y., e Kubokawa, M. la misurazione non invasiva della temperatura e la dissociazione frazionaria di imidazolo in muscoli delle gambe inferiori umani usando 1H-nucleare spettroscopia di risonanza magnetica. J Appl.Physiol 200; 98 (1): 282-287.

Zhu, Y. Y., Zhu-Ge, Z. B., Wu, D. C., Wang, S., Liu, L. Y., Ohtsu, H., e Chen, Z. carnosina inibisce le crisi pentylenetetrazol indotta da meccanismi istaminergici in topi knock-out istidina decarbossilasi. Neurosci.Lett. 4-18-200; 416 (3): 211-216.

Brownson C, Hipkiss AR. Carnosina reagisce con una proteina glicata. Radic Biol libero Med 200; 28: 1564-1570 ..

Guliaeva NV. Superossido-scavenging attività carnosina in presenza di ioni di rame e zinco. Biokhimiia 198; 52: 1216-1220 ..

Harris RC, Tallon MJ, Dunnett M, et al. L’assorbimento di oralmente fornito beta-alanina e il suo effetto sulla sintesi di carnosina muscolare nel vasto laterale umani. Aminoacidi 200; 30: 279-89.

Hipkiss AR, Chana H. carnosina protegge le proteine ​​contro le modifiche metilgliossale-mediata. Biochem Biophys Res Commun 199; 248: 28-32.

Hipkiss AR, Preston JE, Himswoth DT, et al. effetti protettivi di carnosina contro la tossicità indotta malondialdeide-verso le cellule endoteliali cerebrali coltivate ratto. Neurosci Lett 199; 238: 135-8 ..

Hipkiss, A. R. Sarebbe la carnosina o invecchiamento di un carnivoro aiuto dieta reprimere e patologie associate? Ann.N.Y.Acad.Sci 200; 1067: 369-374.

Horning MS, Blakemore LJ, Trombley PQ. meccanismi endogeni di neuroprotezione: ruolo dello zinco, rame, e carnosina. Brain Res 200; 852: 56-61.

Kantha SS, Wada S, Tanaka H, ​​et al. La carnosina sostiene il mantenimento della morfologia delle cellule in coltura di fibroblasti continuo sottoposto ad insulto nutrizionale. Biochem Biophys Res Commun 199; 223: 278-82.

Maynard LM, Boissonneault GA, Chow CK, Bruckner GG. Alti livelli di carnosina alimentari sono associati ad un aumento delle concentrazioni di carnosina e istidina nel muscolo soleo di ratto. J Nutr 200; 131: 287-90.

Preston JE, Hipkiss AR, Himsworth DT, et al. Gli effetti tossici di beta-amiloide (25-35) sul immortalato cellule endoteliali del cervello di ratto: Protezione da carnosina, Omocarnosina e beta-alanina. Neurosci Lett 199; 242: 105-8 ..

Zaloga GP, Roberts PR, KW Nero, et al. Carnosina è un romanzo modulatore peptide di calcio intracellulare e della contrattilità in cellule cardiache. Am J Physiol 199; 272: H462-8.

Medicine naturali database completo versione consumer. vedere Natural Medicines Comprehensive Database Professional Version. Facoltà di ricerca ÂTherapeutic del 2009.

Ex. Ginseng, Vitamina C, la depressione